Linee Guida
Linea guida N.9:Massima.Secondo gli ultimi orientamenti della giurisprudenza di legittimità, gli accertamenti nei confronti di società estinte sono da considerarsi validi se notificati direttamente ai soci.Tuttavia, l’attuale assetto normativo non consente, sotto il profilo fiscale, di considerare valido l’accertamento nei confronti della società cessata notificato direttamente al socio. Per azionare la responsabilità fiscale di quest’ultimo occorre un altro atto rispetto a quello comunque “valido” notificato nei confronti della società.Altrimenti occorre modificare la norma fiscale, la quale [...]
Linea guida N.8Massima "La legge di stabilità 2017 ha introdotto la nuova imposta sul reddito delle imprese (I.r.i.), disciplinata dall’art. 55-bis del Tuir; tale norma non regolamenta le vicende relative all’accertamento del tributo. In caso di accertamento di maggiori ricavi o di altri proventi in capo ad una società che provvede all’opzione  per l’I.r.i., si pone, dunque, il problema di definire il reddito da attribuire alla società e ai soci. In tema di società di capitali a ristretta base partecipativa, occorre evidenziare che la Cassazione ha quasi sempre avvallato, pur non convincendo [...]
Linea guida N.7MassimaGli istituti della definizione delle sanzioni ex articoli 16 e 17 del D.Lgs. n. 472/1997 e dell’acquiescenza ex articolo 15 del D.Lgs. 218/1997 dispongono che la definizione a un terzo della penalità va fatta confrontando i minimi edittali delle “violazioni più gravi relative a ciascun tributo”. In presenza di sanzione unica per più periodi d’imposta, per effetto del cumulo giuridico di cui all’articolo 12 del D.Lgs. 472/1997, il confronto viene tuttavia eseguito tra la sanzione unica e i minimi più gravi di ciascun tributo sommati per ciascun anno. Invece, il principio di [...]
Prossimi Eventi
Nessun evento in programma